Associazione Culturale Animapopuli Danze popolari a Pesaro e Urbino.

Associazione Culturale Animapopuli
Sabato 31 concerto del ‘Trio del Ballatoio’

Sabato 31 alle ore 21.30, concerto del TRIO DEL BALLATOIO nel cortile del Collegio Raffaello, Piazza della Repubblica, Urbino.
GRATUITO ED APERTO A TUTTI! Il Trio suonerà musica popolare tradizionale da ballare insieme, in balli facili, in cerchio e in coppia…Ok, qualche ballo potreste non conoscerlo ma vale la pena lo stesso di ascoltare questi ottimi suonatori e…imparare con noi.

Nel repertorio potrete trovare set-dancing irlandese e brani svedesi, danze di coppia (valzer 3-5-8 tempi, mazurca, scottish, polca), di gruppo (circolo, chapelloise, branle, ..), occitane, bourrées 2 – 3 tempi, basche, guasconi, bretoni, vandea, poitou, ebraiche,..).

Ma chi sono i nostri 3 suonatori?

Claudio Rolandi:                        fisarmonica
Roberto Bagnasco “Basco”:            violino, mandolino
Fabrizio Pilu:                                     violino, viola, cornamusa

-  Roberto Bagnasco ha iniziato a fare ricerca e riproporre musica popolare ligure dal 1982 (Gruppo Ricerca Popolare e La Rionda, gruppo di cui è stato tra i fondatori e di cui è attuale membro). Si occupa di danze popolari, anche in qualità di ballerino, da metà anni ’90, partecipando in entrambe le vesti a moltissimi festival e feste a ballo. Attualmente fa parte di Happy Few (musica irlandese) e suona normalmente per i corsi di danze svedesi tenuti da Flora Sarzotti e Mario Proietto, avendo approfondito tale repertorio tipicamente violinistico attraverso incontri e workshops con strumentisti del paese scandinavo (G.Olsson, L.Fredriksson, S.E.Eriksson, M.Mattson, M.Gustafsson, N.Andenberg);

-     Fabrizio Pilu, grazie al melange di provenienze genealogiche (Sardegna, Lunigiana, Ferrara, Genova) ed alla curiosità intellettuale che lo contraddistingue ha studiato diversi repertori musicali, da quello sardo (launeddas, benas) al lunigianese (Tandarandan), a  quello violinistico delle Isole Shetland (dove ha avuto la fortuna di studiare con Tom Anderson) e celtico in generale (Common Mor, Roni MicroBand). Ha iniziato a suonare per il bal-folk dagli anni ’90. Nel 2006 tenne una conferenza sulla musa ed il piffero delle 4 Province al Morpeth Chantry Bagpipe Museum (Northumberland) alla presenza di musicologi e liutai del settore (tra cui Jon Swayne, Blowzabella);

-     Claudio Rolandi, della valle Staffora – PV, attivo dai primi anni Ottanta. Formatosi come fisarmonicista da liscio, si è poi avvicinato alla musica tradizionale grazie al pifferaio Roberto Ferrari, con il quale ha animato numerose feste, anche nel gruppo “Suonatori e ballerini di Menconico”. Nel repertorio da ballo ha suonato e collabora con  i “Musetta”; è membro da 15 anni de “la Rionda”, suona con la formazione “Estro in trio” ed ha fatto parte del gruppo ligure-piemontese di riproposta “Oltregiogo”

Comments are closed.